You are here

News

A maggio, con il riempimento del bacino idrico, sono iniziati i test sulla Centrale Idroelettrica di Punta Negra.

In marzo, dopo la fine della stagione estiva con la sua grande richiesta di acqua a scopi di irrigazione, e la conferma che questa era disponibile per l’uso presso Punta Negra, è stato riavviato il riempimento del bacino. Poiché nel mese di aprile si era raggiunto il livello di 920 masl, nei primi giorni di maggio sono iniziati i test su tutti i sistemi della centrale idroelettrica.

I test sono iniziati con il riempimento delle condotte forzate e della galleria di adduzione, e sono proseguiti con i sistemi di svuotamento e drenaggio, il sistema di bypass per l’irrigazione e il sistema di raffreddamento delle turbine. Allo stesso tempo è stata ultimata l’alimentazione dell’Impianto Macchine dal Cortile di Trasformazione, che era già operativo. Questo ha permesso il primo test di accensione della turbina 1 per iniziare il 24 maggio.

Il primo intervento realizzato per mettere in funzione gli impianti elettromeccanici di Punta Negra è stata la redazione di un programma dettagliato, concordato congiuntamente con EPSE (il cliente) e i fornitori delle attrezzature principali. In parallelo sono state elaborate le procedure specifiche (e i protocolli corrispondenti) per la messa in funzione di ogni attrezzatura e impianto.

Secondo le stime l’intero processo di test verrà portato a termine entro il termine di quattro mesi, e una volta concluso saranno realizzate le opere civili per l’ultimazione dell’opera.